Carta dei Diritti del Paziente

DIRITTI DEL MALATO

I Dipendenti dell’Istituto conformano la propria condotta ad un Codice di Comportamento che costituisce specificazioni esemplificative degli obblighi di diligenza, lealtà e imparzialità che qualificano il corretto adempimento della prestazione lavorativa.

Tutto il Personale si impegna ad osservarlo dall’atto dell’assunzione in servizio.

I diritti dei cittadini utenti delle strutture sanitarie sono tutelati dalla legge di riforma del Servizio Sanitario Nazionale; per alcuni di essi, come il diritto alla riservatezza, sono stati emanati appositi provvedimenti legislativi.

I principali diritti garantiti sono i seguenti:

Il diritto al rispetto della persona

Il paziente ha il diritto di essere curato ed assistito con premura e attenzione, nel pieno rispetto della dignità della persona e delle proprie convinzioni filosofiche e religiose.

Il diritto all’informazione

Il paziente ha diritto di ottenere dalla struttura sanitaria tutte le informazioni relative alle prestazioni dalla stessa erogate. Ha altresì diritto di poter identificare le persone che lo hanno in cura e di ricevere informazioni chiare e complete sulla diagnosi e sulla cura della propria malattia.

Il consenso informato

Rappresenta una modalità con cui il paziente esercita il diritto all’informazione e rende lecito l’atto medico sulla sua persona.
Prima di essere sottoposto a procedure diagnostiche o terapeutiche il paziente ha diritto di ricevere tutte le notizie opportune per esprimereun consenso effettivamente informato. L’informazione deve riguardare anche i possibili rischi o disagi connessi al trattamento.

Il diritto alla riservatezza

Il paziente ha diritto che le informazioni riguardanti il proprio stato di salute ed ogni altra notizia personale siano sottoposte al vincolo di riservatezza, cui è tenuto il personale sanitario (segreto professionale) e non sanitario (segreto d’ufficio).
L’impiego dei dati personali dei pazienti, da parte della struttura sanitaria, è regolato dalla cosiddetta “legge sulla privacy”.

Il diritto al reclamo

Il paziente ha diritto di presentare reclamo e di ricevere una risposta.
Il reclamo può essere presentato, di persona o per iscritto, alla Direzione.

DOVERI DEL MALATO

Per una serena permanenza, gli ospiti dell’Istituto Villa S. Margherita hanno il dovere di mantenere un atteggiamento responsabile e rispettoso verso gli altri pazienti, il personale, gli ambienti e le attrezzature, attenendosi alle regole vigenti in Istituto.

È vietato allontanarsi dal reparto senza autorizzazione; ogni allontanamento dal reparto verrà segnalato alle competenti Autorità per le ricerche.

È severamente vietato fumare all’interno dell’Istituto. L’osservanza di tale divieto è un atto di rispetto della legge e di salvaguardia della salute, propria e degli altri.